APULIA AMATA TERRA MIA

Una Terra che scalda il Cuore dove la Passione è il  Motore di Tutto  Dove le Tradizioni e la Cultura si intrecciano con un Mondo  a volte fatto di Mistero quasi Fatato

Ora io dico …Le ragioni per arrivare nelle Puglie sono tante, ma quella più forte è quella che uno nelle Puglie …Sia esso o Svedese o Tedesco o Inglese o Francese è quella che deve dare la sensazione di essere arrivato alle SUE RADICI, alle radici dei Sapori, alle radici di un mare che conosce le parole Greche …Alle radici di momenti d’Arte Straordinaria e fondamentale per l’Europa. – Tonino Guerra
Ed cco “APULIA IMAGO” per Voi …AMMIRATE

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

. . . VIAGGIO . . .

CLICCARE PER

  

Preferisco essere un sognatore tra i più umili, con visioni da realizzare, piuttosto che il principe di un popolo senza sogni ne desideri. Il mio più grande desiderio è quello di rendere partecipi gli altri di quanto ho appreso nella mia lunga vita. In questo caso suggerire a tutti, specie ai giovani, quanto sia utile

INTERNET

PER I LORO STUDI E LE LORO RICERCHE

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

APULIA LA MIA DOLCISSIMA REGIONE

DOLCE ITALIA

L’Italia può vantare alcuni dei posti più Belli del Mondo. Questa non è certo una novità, ma a volte ce ne dimentichiamo. Fortunatamente a ricordarcelo ci sono gli stranieri e a volte sono autorevoli come il National Geographic che ha eletto una delle nostre regioni la più bella del mondo e dello stesso parere è la Lonely Planet e il New York Times. Ad aggiudicarsi il premio del National Geographic  “Best value travel destination in the World” Il tacco d’Italia ha conquistato tutti per il suo mare, la bellezza dei suoi paesaggi, le sue città, la sua cultura ed il suo cibo. Puglia: miglior destinazione al mondo “La Puglia vanta il meglio dell’Italia meridionale – sentenzia il National Geographic – i ritmi di vita, le tradizioni, la bellezza dei luoghi. Indomita”. “Le sue maggiori città – spiega la Lonely Planet – come Bari, Lecce e Trani, sono molto più piccole e meno colme di turisti di Milano e Venezia, ma si possono assaggiare alcuni vini di qualità per niente costosi, in una regione che è la terza produttrice di vini e conta ben trenta diverse qualità di uve autoctone”. La Puglia è senza dubbio una delle regine dell’estate: dal Gargano al Salento (qui le spiagge migliori) offre spiagge meravigliose, borghi incantevoli e prezzi accessibili.  Sul dove andare c’è solo l’imbarazzo della scelta: Peschici e Vieste nel Gargano, le isole Tremiti, Santa Maria di Leuca, Otranto, San Cesareo o la vivace Gallipoli.

Ora io dico …Le ragioni per arrivare nelle Puglie sono tante, ma quella più forte è quella che uno nelle Puglie …Sia esso o Svedese o Tedesco o Inglese o Francese è quella che deve dare la sensazione di essere arrivato alle SUE RADICI, alle radici dei Sapori, alle radici di un mare che conosce le parole Greche …Alle radici di momenti d’Arte Straordinaria e fondamentale per l’Europa.

Tonino Guerra

INIZIAMO IL VIAGGIO DA BARI LA MIA DOLCISSIMA CITTA’

. . .E POI GIRONZOLIAMO PER LA PUGLIA LA MIA DOLCE TERRA. . .

La Puglia  (Apulia in Lingua latina, Ἰαπυγία in greco antico, Púgghie, Puje o Pujje in barese, foggiano e tarantino, Puia in salentino, Poulye  in francoprovenzale) è una regione dell’Italia Meridionale di 4.083.971 abitanti, con capoluogo Bari. Confina a nord-ovest con il Molise, a ovest con la Campania e la Basilicata ed è bagnata dal mare Adriatico a est e nord e dal mar Ionio a sud. Comprende le province (da nord verso sud) di Foggia, BAT Barletta-Andria-Trani, Bari, Taranto, Brindisi e Lecce. La Puglia è la regione più orientale d’Italia: la località più a est è Punta Palascìa, presso Otranto, distante circa 80 km dalle coste dell’Albania e dall’isola greca di Fanò nelle Isole Diapontie, parte delle Isole Ionie.

IN QUELLE TERRE DOVE VIVEVANO STORIE MERAVIGLIOSE DI SANTI SOLDATI E DI GIRAMONDI

UNA TERRA DA FAVOLA

APPUNTI DI VIAGGIO IN PUGLIA

CLICCARE SULL’IMMAGINE

ALBERI ED IN PARTICOLARE GLI ULIVETI SECOLARI DI PUGLIA

DOLCE PUGLIA MIA AMATA TERRA

Un incantevole  viaggio tra gli splendori della storia, una natura incontaminata e tradizioni millenarie. La regione più orientale d’Italia è racchiusa da chilometri di coste dove si alternano spiagge di sabbia bianca e ripide scogliere, calette di ciotoli e faraglioni che si tuffano in un mare cristallino.  Luminose città bianche e siti archeologici in cui visitare i resti di civiltà gloriose, masserie spennellate da calce e distese di ulivi secolari, imponenti castelli e paesi arroccati sulle montagne dove si possono sovente ammirare affascinanti  rievocazioni storiche.

TERRA DI PUGLIA

A M M I R A T E

ARTE – NATURA – STORIA – SAPORI

Una terra multiforme, disomogenea tanto dal punto di vista geografico e morfologico, quanto da quello storico e culturale . Le Puglie: come ancor oggi qualcuno dice ricordando i tanti microcosmi in cui si stempera la sua complessa identità. Una regione allungata sul mare, per lo più pianeggiante. povera di acque superficiali, ma inzuppata nelle sue viscere e ricca di fenomeni carsici. Panorami tormentati fatti di calcare, terre rosse, alberi monumentali, letti asciutti di antichi torrenti ed estese pianure coltivate. Storia e cultura addensate per subregioni: Capitanata e Gargano, Terra di Bari,  Murge, Valle d’Itria,  Salento, non solo semplici espressioni geografiche, ma tessere di un affascinante mosaico ricomposto – nel tempo – dall’incontro di civiltà diverse favorito dal Mediterraneo. Un mosaico fatto di sabbia e roccia,  montagna lussereggiante di vegetazione e campi di grano, frutteti ed ulivi a perdita d’occhio, colline pietrose,  tranquille lagune e cavità sotterranee,  segnato,  plasmato e modificato dall’uomo che nei secoli ha reso fertile ed opulenta una terra destinata probabilmente ad una sete perenne, erigendovi dolmen e menhir, castelli e cattedrali, abbazzie a santuari, musei e palazzi, ville e masserie, torri e trulli.

SALENTO PLAGE

IL SALENTO ED I SUOI PAESAGGI MERAVIGLIOSI

In Estate ritorno qui’. . .
VISIONI DEL BASSO SALENTO

BARI LA MIA CITTA’

VISIONI DI BARI E DELLA PUGLIA IN 360 GRADI

GIRONZOLIAMO PER LA MAGNIFICA PUGLIA CON LA MIA AMICA SABRINA MEROLLA

CON BUON VENTO

stupende Immagini di

O S T U N I

Isole Tremiti

PUGLIA IMPERIALE

ITINERARI FEDERICIANI

altri Siti che parlano di  FEDERICO II

COMICI PUGLIESI

GRANDI PERSONAGGI NATI IN PUGLIA

Domenico Modugno il Grande

DULCIS IN FUNDO

Il Magnifico Salento

ED ORA ABBIAMO ANCHE LE ORME DEDI DINOSAURI

LA PUGLIA E’ LA PIU’ BELLA DEL MONDO

La regione meridionale è stata incoronata da National Geographic e Lonly Planet come una tra le migliori mete mondiali per le vacanze fuori porta

 National Geographic ha stilato da poco la classifica dei “Best Trips” per il prossimo anno e la Puglia è entrata fra le mete Top di tutto il mondo.
Ma alle spiagge più belle della penisola questo riconoscimento non è stato sufficiente. Infatti, Lonely Planet, nonché, la guida turistica più venduta al mondo, ha redatto una particolare classifica per l’anno venturo nota come “best value travel destinations in the world for 2014” ed il secondo posto della Top Ten spetta proprio alla Puglia. Un successo incredibile, meritato ma assolutamente inaspettato, e celebrato anche dal New York Post con un articolo intitolato “Italy’s Magical Puglia Region”, un vero e proprio elogio alla regione mediterranea. La Puglia è una terra dove è possibile vivere un’esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua realtà rurale e moderna, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia. Per la regione essere nominata nella lista dei Top Trips di National Geografic e delle migliori destinazioni turistiche di Lonely Planet risulta essere un’enorme vittoria in materia di comunicazione turistica.
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

IL LIBERO PENSIERO DEL MIO CARO AMICO

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, barba

Vito Schepisi

Tra i contendenti Di Maio e Salvini si rischia di rivalutare il PD
di Vito Schepisi
La politica è confronto d’idee ed è la capacità di pensare al presente e alle strategie per la società di domani: filosofia in cui accade che il pensiero vaghi fin oltre i limiti della realtà, per configurare scenari possibili o soltanto immaginari.
Le forzature non mancano, né gli eccessi delle tare ideologiche e tanto meno i pregiudizi, ma la centralità della politica è sempre nel disporre degli strumenti, come consenso e maggioranze parlamentari, per governare il Paese.
Senza questi strumenti si è fuori. Fuori di testa o fuori dalle regole della democrazia.
Per dirla in modo chiaro: sia il centrodestra che il M5S, senza una maggioranza e senza il consenso su un programma politico, oltre che sugli equilibri di rappresentanza nella responsabilità di governo, sono destinati a veder fallire la propria missione.
Se chi appare vincente si perde per strada, la centralità la conquista chi oggi appare sconfitto.
La centralità passerà a chi – in alleanza con il M5S o con il centrodestra – risulterà determinante per governare.
Il partito di Renzi, ancora, potrà rientrare in gioco con un governo di responsabilità nazionale, attraverso personaggi di area che rifletteranno il pensiero del Capo dello Stato, cioè appunto del PD.
Anche con le elezioni anticipate, infine, sarà sempre il PD che dirà al Paese “senza il PD non si governa”: sarà lo slogan che sentiremo echeggiare dai notiziari televisivi e che leggeremo nei titoli dei giornali, per buona avventura di Renzi, di Gentiloni e degli inossidabili Napolitano e Mattarella.
Torneranno sorridenti le facce della Boschi e della Madia, ghignosa quella della Fedeli, a cui non sembrerà vero di poter provare ancora a sfidare la grammatica italiana. Appariranno persino meno rancorose le espressioni di Grasso e, soprattutto, quella della ex Presidente della Camera Boldrini che ritornerà a duellare con gli obelischi del ventennio ed in difesa dell’orgoglio di genere.
Se Di Maio e Salvini vogliono fare un governo da soli, pertanto, lo facciano, sempre se Salvini e Georgetti non percepiscano la trappola che la setta grillina sta loro allestendo.
Vediamo come potrebbe andare a finire:
– invece che una svolta verso politiche di sicurezza e di contenimento dei migranti avremo tanta confusione e maggiori pericoli, si tornerà a parlare di Ius Soli e si assisterà in Parlamento a maggioranze con geometrie variabili su alcuni temi osteggiati dalla Lega;
– invece del taglio delle tasse, assisteremo all’aumento della pressione fiscale per finanziare le politiche assistenziali (reddito di cittadinanza);
– il divario tra nord e sud subirà sbalzi esponenziali e si riapriranno gli steccati antimeridionalisti e la pretesa del nord di liberarsi del sud con richieste pressanti di federalismo fiscale;
– chiuderanno le imprese (piccole e medie), mentre le grandi delocalizzeranno la produzione;
– l’occupazione andrà in caduta libera, aumenterà il debito pubblico, l’Italia rientrerà in recessione e le banche, con le imprese che non potranno rientrare dalle esposizioni, chiederanno d’essere salvate, minacciando di non rimborsare i depositi dei loro clienti;
– saranno anche in forse i fondi per pagare le pensioni e sarà più difficile uscire dal lavoro;
– l’Europa aprirà un contenzioso con l’Italia, mentre lo spread anellerà un record dopo l’altro;
– alla fine il commissariamento dell’Italia da parte della Commissione Europea apparirà come il male minore.
Come evitare la catastrofe che appare ineludibile?
Sarebbe un buon modo quello di smetterla con i veti e le pretese di Di Maio, per riportare il confronto sul piano delle cose da fare per rilanciare il Paese.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

GLI ANNI PASSANO MA I RICORDI RIMANGONO

A PARIGI . . . Un Lunedì di Pasqua di Qualche anno FA 

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono, persone sedute e bambino
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

MUSICHE PER SOGNARE

DA ASCOLTARE ASSIEME A COLUI O COLEI CHE AMATE

ECCO LE MIE PREFERITE

DULCIS IN FUNDO

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

FRA POCO ARRIVA LA PASQUA

Quasi 4 italiani su 10 di italiani (36%) si metteranno in viaggio nel lungo weekend di Pasqua per raggiungere parenti e amici, andare in vacanza o semplicemente fare una gita in giornata. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ che evidenzia, dopo un lungo periodo di incertezza climatica, la voglia di evasione degli italiani con le previsioni di caldo e sole sia a Pasqua che a Pasquetta. La ricerca della tranquillità favorisce la vacanza in campagna, vera star di questo weekend. Oltre 300 mila sono gli italiani a tavola in agriturismo nel giorno di Pasqua, fa sapere la Coldiretti, nel ricordare che i circa 23 mila agriturismi svolgono anche un’importante funzione di traino per le economie locali; lo dimostrano le zone del terremoto dove, nonostante le difficoltà, si stima un aumento del 10% delle presenze. Sul totale dei 19 milioni di italiani in movimento, sottolinea ancora la Coldiretti, 12 milioni trascorreranno le feste con parenti e amici, mentre oltre 7 milioni hanno colto l’occasione per una vacanza. Le mete preferite restano quelle italiane, con appena il 2% dei vacanzieri che varca le frontiere. Sul podio salgono a pari merito con il 28% la montagna, il mare, la campagna e i parchi, più ridotte le presenze nelle grandi città (16%) anche per le preoccupazioni determinate dal terrorismo. La paura, precisa la Coldiretti, ha condizionato infatti la scelta delle destinazioni delle imminenti festività del 23% dei connazionali. Sempre più marcata, infine, la tendenza verso la prenotazione last minute, ma per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio della Coldiretti è preferire aziende accreditate da associazioni.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento