APULIA

        

VIAGGIO IN

 P U G L I A 

terra di castelli,
alcuni immersi
nel frastuono della vita,
alcuni sospesi
nel silenzio delle campagne,
altri
si lasciano cullare dolcemente
dalla risacca del mare,
tutti
con cicatrici vive di eroismo, potere e servitu’.
(c.dal canto 2001)

…una distesa sconfinata
di terre disegnate in una strana
geometria cromatica.
in quelle terre vivevano storie meravigliose . . . . . di santi, soldati e giramondo

(da viaggio in puglia – r.nigro 1991)

 Itinerari Federiciani

PIETRE di PUGLIA

 Ostuni la Città Bianca 

 Chiese Medievali in Puglia

   Tamburellisti di Torrepaduli nella Notte della Taranta 

La Grecia Salentina

Situata nel cuore della penisola salentina è un’area in cui vive una comunità che conserva lingua, cultura e tradizioni d’origine ellenica. Orograficamente é caratterizzata da un vasto altopiano sul quale si differenziano come isole allungate in senso NW-SE, dei rilievi costituenti i contrafforti delle colline cha da Otranto, costeggiando l’Adriatico, si immergono nel mare di Leuca.
 All’interno di questa unità geografica troviamo l’emergenza rappresentata dalla Comunità grecofona della Grecìa Salentina che comprende i nove Comuni contigui di: Calimera, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino, con un’estensione territoriale di 144 Kmq ed una popolazione complessiva di 40.964 abitanti.
 L’area attuale della Grecìa Salentina è la parte residua di una grecità più vasta che andava dallo Jonio all’Adriatico, con particolare rilevanza nel quadrilatero ideale ai cui vertici sono i Comuni di Otranto, Casarano, Gallipoli e Nardò. Gli scambi commerciali e culturali tra le genti indigene ed i popoli dell’area Egeo-Balcanica erano rilevanti già nel periodo Egeo-Miceneo e sono proseguiti intensamente durante l’Età Arcaica, Classica ed Ellenistica.
 Nel millennio che comprende i periodi suddetti si è realizzata la precolonizzazione del Salento. Dopo un probabile rallentamento in epoca romana, la penetrazione di popolazioni elleniche in questa parte d’Italia è ripresa con maggiore intensità, assumendo i caratteri tipici della colonizzazione: è il periodo bizantino, che ha lasciato in tutto il Salento segni visibili di raffinata sapienza formale.
 Non sorprende costatare che la lingua, l’arte e la cultura della nostra terra ne sono rimaste profondamente influenzate, al punto di far sostenere agli studiosi più attenti che la grecità è il tratto dominante della cultura dei Salentini.
 

Torre Vado la Perla del Mare Jonio 

 Le Murge Il suo Variegato Territorio  

  Mappa dei più bei posti di Puglia 

Il Canto della Terra  (altri Video di Andrea Bocelli)

 

Informazioni su melgigi

Professore in pensione
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a APULIA

  1. Pukka ha detto:

    Ciao professore, come vá?
    Anch´io sono una professoressa d´inglese. Mi piace molto le canzone italiane, ma io non parlo bene…
    Se ti vá, passa da me.
    Auguri!
     

  2. I ragazzi della 3°E ha detto:

    Carissimo Gigi Mel
    come stai?
    sempre curioso del mondo e amante delle cose belle!!!
    certo non ci si annoia qui da te!!!
     
    da noi si parla di gite scolastiche, ci piacerebbe tantissimo avere dei tuoi ricordi…
    sia come alunno che come insegnante…
    se ti va, per noi sarebbe un grande regalo!!!
    ancora un grande abbraccio da tutti noi!!!
    I ragazzi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...