I Misteri del Castello

Castel del Monte

…Un fiore di pietra sbocciato in un misterioso giorno del 1200.

Un fiore di pietra sopravvissuto nel corso dei secoli, che oggi continua a risplendere nei suoi colori e nelle sue forme diventando emblema, meraviglia, immagine del Puer Apuliae, dello Stupor Mundi, dell’imperatore Federico II di Hohenstaufen.

7-8-9  Maggio Festeggiamenti di

 San Nicola

 Protettore delle città di BARI

Torna l’antico rituale delle celebrazioni in onore del Santo  Patrono di Bari. Corteo storico, processioni, messe, fuochi d’artificio

La più grande festa dei baresi, e non solo perché San Nicola è santo universale, torna tra religiosità e folklore il 9 maggio, per commemorare la traslazione del 1087 delle reliquie da Myra a Bari delle ossa del Patrono ad opera degli ormai famosi 62 marinai. Festeggiamenti ancor più solenni se si tiene conto che Bari ospiterà a metà maggio il Congresso Eucaristico Nazionale e papa Benedetto XVI benedirà l’evento.
I riti sono sempre quelli di sempre e sempre affascinanti: il vescovo e i sacerdoti s’imbarcano in compagnia di un’icona raffigurante San Nicola su un peschereccio tirato sorte e poi, tornando dal vecchio porto di San Giorgio simulano lo sbarco storico. Il natante è seguito da centinaia di altre barche e motoscafi bardati a festa. E’ previsto anche un sorvolo delle Frecce Tricolori dell’Aeronautica Militare.
Quando l’icona è riportata sulla terra comincia la processione con comparse, persone in abiti dell’undicesimo secolo, percorre  le strade del Centro Storico e del borgo Murattiano, fino alla piazza adiacente la Basilica di San Nicola; tutta la parata, fatta di caravelle, cavalieri, e scene drammatiche, effettivamente narra l’intera storia di San Nicola.
Piazza del Ferrarese e le strade limitrofe sono decorate con fiori e illuminazioni.
La mattina seguente viene celebrata una messa dall’arcivescovo di Bari.
La statua di San Nicola è esposta in Piazza del Ferrarese, adobbata di luci e fiori, per celebrare la messa di due ore; dopodiché viene imbarcata affinché stia in mare per un intera giornata.
La parte centrale della celebrazione è la mattina del 9 maggio dove nella Basilica di San Nicola è celebrata un’ultima messa sempre dall’arcivescovo di Bari, in cui figurano fedeli anche di religione ortodossa. Al temine della funzione i sacerdoti e i fedeli si recano nella cripta dove giace la tomba del Santo.
Al termine, fuori dalla Basilica, i festeggiamenti continuano con fuochi pirotecnici e varie manifestazioni culturali. Non mancherà il vivace mercato fiera di bancarelle, di giostre sul lungomare antistante la basilica di San Nicola.

Informazioni su melgigi

Professore in pensione
Questa voce è stata pubblicata in Health and wellness. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...